Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

CYBERBULL2

Cesena. Bullismo: picchiata da un compagno a scuola.
Nuova vittima di bullismo, bimbo di appena dieci anni si suicida.
Si suicida a quattordici anni “i bulli si fermeranno”.
Questi sono solo alcuni dei titoli che ogni giorno vengono pubblicati su giornali o ascoltati alla radio o TV.
Ma come è possibile che nel ventunesimo secolo ci siano ancora tali atteggiamenti?


La nostra scuola ogni giorno si prodiga per affrontare questo fenomeno.
Sono presenti, infatti, diverse iniziative pronte a supportare chiunque ne avesse bisogno.
A partire dalla costituzione del gruppo dei Peer , passando per laboratori e spettacoli teatrali, fino ad arrivare allo Psicologo presso lo sportello, che ormai è un’istituzione consolidata da anni.
I Peer, opportunamente formati da psicologi ed educatori esperti, sono ragazzi che frequentano il nostro Liceo e sono disposti ad aiutarvi e sostenervi in ogni evenienza.
I bulli sono molto abili a manipolare le situazioni ed a far credere che l’episodio sia stato solo un gioco.
Il bullismo però non è un gioco, è un comportamento capace di lasciare profonde ferite in chi lo subisce.

Non si può sconfiggere radicalmente il bullismo, ma ci auguriamo che grazie agli aiuti di persone competenti come i nostri Peer, non ci si senta soli e si possa evitare che le situazioni di emergenza evolvano verso il peggio…

testo di

ALICE MARCHESE, ELENA CIMINO,
MARGHERITA REMMERT ( 3^F)

immagine realizzata da

CARLOTTA GULLOTTA
( 3^F)